Informazioni sulle detrazioni IRPEF del 65% valide sino al 31/12/2014

Requisiti generali che l’immobile oggetto d’intervento deve possedere per poter usufruire delle detrazioni del 65% previste dalla normativa

  • Deve essere “esistente”, ossia accatastato o con richiesta di accatastamento in corso e con IMU pagata, se dovuta;
  • Deve essere presentata al comune una comunicazione di inizio lavori o S.C.I.A. a seconda delle prescrizioni urbanistiche vigenti sul comune;
  • Deve essere dotato di un impianto di riscaldamento;

Requisiti specifici dell’intervento

  • L’intervento deve configurarsi come sostituzione di elementi già esistenti (e non come nuova installazione);
  • Deve delimitare un locale riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati;
  • Deve assicurare un valore di trasmittanza termica (Uw) inferiore a quello riportato in tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010, pubblicato il 12 febbraio 2010.

Altre opere agevolabili

  • scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti (se solidali con l’infisso) e suoi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi (o del solo vetro).

La documentazione da conservare

  • l’asseverazione redatta da un tecnico abilitato che attesti il rispetto dei requisiti di trasmittanza dei nuovi infissi.
  • L’asseverazione che attesti il valore di trasmittanza dei vecchi infissi.
  • Copia delle comunicazioni urbanistiche presentate al Comune.
  • Attestato di collaudo delle opere.
  • Fatture relative alle spese sostenute;
  • Ricevuta del bonifico bancario o postale, che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria, numero della fattura e relativa data, oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico;
  • Ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID), che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa.

Documentazione da trasmettere all’Enea

Esclusivamente attraverso il sito: http://finanziaria2012.enea.it/index.asp

Entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori, intendendo con questa definizione il collaudo delle opere e solo nel caso di interventi in singole unità immobiliari, ossia univocamente definite al Catasto urbano:

  • Allegato F al “decreto edifici” che può anche essere redatto dal singolo utente;

 

In tutti i casi diversi da quelli di cui sopra è necessario allegare:

  • Attestato di Prestazione Energetica, redatto da un tecnico abilitato, (Allegato A al “decreto edifici”) che inoltre deve essere conservato a cura del cliente;
  • Scheda descrittiva dell’intervento (Allegato E al “decreto edifici”), che può anche essere redatto dal singolo utente;

Documentazione da trasmettere all’Agenzia delle Entrate

  • Comunicazione, per i soli lavori che proseguono oltre il periodo di imposta.